Località

Aprono gli impianti sciistici nelle Marche: neve e divertimento alla portata di tutti

Pintura di BolognolaÈ quasi Natale ed un gradito regalo torna sotto l’albero di sciatori e turisti: aprono gli impianti sciistici nelle Marche. Mancano all’appello purtroppo quelli dell’Eremo del Monte Carpegna, penalizzati dall’assenza di neve e dalle alte temperature, che hanno reso inutilizzabili i cannoni sparaneve.

E’ pienamente in funzione invece Pintura di Bolognola (apertura continuativa dal 26 dicembre al 6 gennaio), situato nel Parco Nazionale dei Sibillini a pochi chilometri dal comune di Bolognola, attrezzato con 8 impianti di risalita. Piste di livello medio/facile tranne quella che scende da Porta berro.

Sempre in provincia di Macerata la stazione sciistica di Sarnano: con ben 11 km di piste è la più ampia delle Marche. Tanti gli impianti di risalita e i servizi: possibilità di sci in notturna, snowkite ma anche ciaspolate e sci di fondo.

A completare il trittico dei Sibillini c’è Frontignano, presso Ussita. Le piste curate e facilmente raggiungibili sono completate da impianti di risalita moderni come la seggiovia quadriposto “Belvedere” e  “Lo Schiancio – Le saliere”. E’ presente anche un attrezzato snowpark con spazi specifici per i bambini.

Più a nord, da non dimenticare la stazione sciistica del Monte Catria, riaperta dopo vent’anni di inattività, che con i suoi  9 km di piste è la più vasta della provincia di Pesaro e Urbino. Ottimi anche gli impianti del Monte Nerone a Piobbico, cinque piste per un totale  di 6,5 km a disposizione dei turisti.

Quindi neve e divertimento, negli impianti marchigiani, ma anche tanti servizi a prezzi non eccessivi (stagionali per adulti tra i 230 e i 280 a seconda degli impianti) e la possibilità di gustare, tra una discesa e l’altra, le golose specialità gastronomiche che rendono questa regione un’eccellenza del gusto.

Recensioni degli utenti... 0 Effettua il login per votare

Sii il primo a lasciare un voto.