Meteo e Scienza

Blizzard, neve e ghiaccio, Stati Uniti in piena emergenza.

Gelo a New YorkVentuno morti, undicimila voli cancellati, -53 gradi: i numeri raccontano in maniera più che chiara l’emergenza  senza precedenti che stanno vivendo gli Stati Uniti. L’aria artica e il gelo che hanno reso quasi invivibili alcune zone dell’America Nord Orientale e hanno abbassato le temperature a livelli che non si vedevano dagli anni  ‘90, sono secondo i meteorologi figlie di una serie di eventi fuori dal comune.

A New York bisogna addirittura risalire a 118 anni fa per poter ritrovare negli annali gli stessi gradi Fahrenheit di quelli segnali in questi giorni.

Comunque, quali che siano le cause,  le scuole chiuse, gli aeroporti paralizzati e le strade impraticabili tracciano un ritratto impietoso delle zone colpite da questa condizione straordinaria condizione climatica e le vittime si contano non solo tra i senza tetto che non hanno accettato di rifugiarsi nei luoghi già approntati in attesa di questo grande gelo, ma anche tra le persone intente a spalare la neve e gli anziani in difficoltà. Hanno veramente rischiato ma ne sono uscite indenni, i 500 viaggiatori bloccati in un convoglio in Illinois, con le temperature esterne a meno -20 gradi.

C’è preoccupazione anche per la particolare violenza con cui sta colpendo l’influenza, che nonostante sia un male stagionale, a causa dei black out che hanno lasciato senza elettricità e riscaldamento molte famiglie in oltre 15 stati, conta già le prime vittime, tra le quali un bambino di 5 anni.

Ad essere colpiti dal maltempo record non sono solo gli Stati più a nord, abituati ad affrontare inverni rigidi e importanti nevicate, anche gli Stati più a sud che di solito vengono risparmiati, ma che stanno imparando a loro spese come,  viste le continue mutazioni climatiche, niente sarà più come prima.

Recensioni degli utenti... 0 Effettua il login per votare

Sii il primo a lasciare un voto.