Meteo e Scienza

Giovedì neve sulle Alpi, ma quanta?

Mappa neve Alpi
Modello WRF: neve prevista sulle Alpi prossime 96 ore.

Alla luce delle ultime proiezioni da parte dei modelli deterministici possiamo confermare che finalmente ci sarà un, seppur modesto e temporaneo, cambio di pattern. Il vortice polare, che da oltre 15 giorni domina la scacchiera europea si concede uno strappo verso il vecchio continente, ovvero un impulso perturbato proveniente dalla Groenlandia. Come scritto sopra si tratterà solo di una piccola parentesi che ci regalerà comunque un po di neve sopra le nostre amate Alpi dopo un lungo periodo di astinenza.

Le nevicate si concentreranno tra la notte di giovedì e la seconda parte della giornata di venerdì.  I settori alpini dove i fenomeni risulteranno più intensi e persistenti sono; le Alpi Pennine, Alpi Biellesi, Alpi Grigionesi, Alpi Liguri e Marittime, Alpi Friburghesi e Cozie, con accumuli che potrebbero raggiungere localmente anche i 30 centimetri. Per quanto riguarda invece le Alpi orientali ( Dolomiti, Carnia e Giulie ) i fenomeni risulteranno sporadici ed in genere di debole intensità con accumuli che varieranno dai 3 ai 15 centimetri a seconda delle zone.

La quota neve al nord ovest si assesterà attorno ai 700-800 metri ma non è del tutto escluso che durante le precipitazioni più intense qualche fiocco possa raggiungere anche alcuni fondovalle Alpini, per quanto riguarda invece il nord est, la neve non cadrà sotto i 1000/1100 metri.

Già da sabato è atteso un graduale miglioramento a partire da ovest, mentre un nuovo peggioramento è atteso a cavallo delle festività natalizie, peggioramento che sarà di stampo prettamente autunnale e quindi non freddo. Per il freddo vero invece bisognerà attendere ormai l’anno nuovo.

Recensioni degli utenti... 0 Effettua il login per votare

Sii il primo a lasciare un voto.