Neve nel mondo

La neve imbianca le città distrutte dalla guerra civile in Siria

neve Siria
Neve in Siria: La città di Homs innevata.

Il paesaggio siriano di oggi ha qualcosa di spettrale. Sembra di trovarsi davanti alla scena di un film come “L’alba del giorno dopo”. Le rovine della guerra, i palazzi semidistrutti, sbucano da sotto una coltre bianca, dall’aspetto quasi pietoso.

Il freddo intenso è un fenomeno meteorologico eccezionale per l’area del Medio Oriente. In questi giorni, una tempesta si è abbattuta sulla zona. Vento freddo, pioggia, neve e ghiaccio hanno colpito Libano, Giordania, Egitto e appunto la Siria, devastata dalla guerra civile. Fino alla Turchia, come abbiamo visto in occasione della gara di Champions League a Istanbul, l’ondata di gelo si è rivelata violenta e devastante.

Questo fenomeno  sta causando problemi molto gravi. I profughi che dalla Siria si sono rifugiati n Libano soffrono poiché nelle tende fa molto freddo. Per chi è rimasto, in un paese che crolla a pezzi, forse è ancora peggio. Manca il cibo, manca l’acqua e a risentirne sono soprattutto i bambini: due sarebbero già morti secondo l’opposizione.

A causa del maltempo, anche gli aiuti umanitari sono momentaneamente sospesi. C’è poco da mangiare, pochi abiti con cui coprirsi, è piena emergenza insomma. La neve, che cela in parte la distruzione, sta portando altra distruzione.

Recensioni degli utenti... 0 Effettua il login per votare

Sii il primo a lasciare un voto.