Didattica

Temperatura ed Umidità le due variabili principali per fare la neve in casa

Neve casaSembrerà strano ma le neve si può fare in casa, ma per poter riuscire in questa impresa è importante riuscire a mantenere salda quella relazione fondamentale tra temperatura ed umidità in base alla quale può svilupparsi la neve. Solo temperatura ed umidità sono i punti cardine della neve, questo lo dimostrano anche le previsioni meteo orientate al settore neve. Per ricostruire il fenomeno della neve in casa sarà importante riuscire a verificare quando sia fredda l’acqua, infatti è meglio che la temperatura dell’acqua che utilizzeremo sia veramente bassa questo ci aiuterà ad avere dei risultati migliori. Ma è anche vero però che fare la neve è un’arte o meglio una scienza molto complessa. Per la maggiorparte di noi non bastano solo le semplici spiegazioni ma bisognerebbe pure poter mostrare il procedimento che si per sè non è così difficile ma in ogni caso va saputo fare. Fare la neve è semplice, conta in pratica, nel far diventare l’acqua in piccoli cristalli, questo è il fenomeno della neve! Ma come si fa a far cristallizzare l’acqua velocemente ed in modo che la quantità della neve sia abbastanza? Quattro sono le cose fondamentali.


  1. La temperatura dell’ambiente la prima cosa da considerare è la temperatura, l’acqua infatti inizia a condensarsi ovvero a congelare quanto più si è prossimi allo 0 (zero) dei gradi Celsius, far congelare e dunque raffreddare al massimo l’acqua diventa fondamentale, per controllare la giusta temperatura procurati un termometro mentre per vedere se il procedimento andrà a termine nel migliore dei modi tieni sempre la documentazione idonea ovvero la mappa che mostra i gradi necessari per la trasformazione dell’acqua in neve.
  2. Il caldo non deve creare l’evaporazione  è da tenere sempre presente che l’acqua ad una certa temperatura evapora ma durante la creazione della neve bisogna limitare il processo di evaporazione e tenere l’umidità ad una certo grado meglio se è costante.
  3. Scegliere la superficie giusta. Un modo semplice per aumentare il processo che crea la neve è certamente scegliere una superficie ampia dove poter mettere l’acqua a raffreddare al meglio, più è ampia meglio è, anche perchè il volume che si deve creare sarà abbastanza spesso.
Per creare al meglio la neve però serve un qualcosa di importante ovvero l’aria compressa che servirà per velocizzare il processo e sopratutto farà variare la temperatura dell’acqua in modo corretto. Il processo che si formerà tra l’aria e l’acqua è anche chiamato effetto di Joule-Thomson, molto conosciuto tra gli appassionati di fisica.  La condizione fondamentale è la giusta vaporizzazione dell’acqua e sopratutto la potenza giusta dell’aria compressa che raffredderà l’acqua in modo corretto riuscendo a frammentare le molecole e creare i cristalli che poi diventeranno neve.
Fare la neve diventa una vera e propria scienza proprio perchè per procedere nella creazione e dunque nella trasformazione dell’acqua  bisogna riuscire a conoscere alcune cose considerando tutte le variabili fisiche.
  1. La temperatura dell’acqua  deve essere tra i 1.0 °C e i 6.5 °C, una volta che l’acqua  viene raffreddata attraverso uno dei qualsiasi metodi idonei per abbassare la temperatura, si deve ricordare di non far diminuire troppo la temperatura, perchè per  far tramutare l’acqua in neve non si deve arrivare allo stadio solido del ghiaccio, infatti gli esperti per esempio consigliano: acqua a +2.22 °C  e un livello di temperatura non superiore al 10%, in questo modo vanno sempre fatte le proporzioni l’umidità deve essere sempre tenuta non superiore al 10%
  2. Temperatura per la neve  una volta che abbiamo troviamo la temperatura basale e  si è riusciti a tenerla costante bisognerà stare attenti a non abbassarla troppo altrimenti si otterrà solo la congelazione. Per il procedimento bisognerà stare attenti e controllare in modo costante la temperatura di nucleazione, l‘omogenità della nucleazione.

La nucleazione omogenea è importante perchè è il procedimento attraverso cui si passa da una sostanza liquida ad una solida ed è quindi un processo fondamentale per la creazione della neve. In genere per giungere al procedimento giusto molti utilizzano persino l’ausilio del freezer per abbassare rapidamente la temperatura dell’acqua e giungere ai 0°C.

Recensioni degli utenti... 0 Effettua il login per votare

Sii il primo a lasciare un voto.